Preloader image
WhatsApp Business, perché attivarlo
51482
post-template-default,single,single-post,postid-51482,single-format-standard,select-core-1.4,pitch-theme-ver-3.3,ajax_updown_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,fade_push_text_top,grid_1300,vertical_menu_with_scroll,top_menu_slide_down,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

WhatsApp Business, perché attivarlo

La messaggistica istantanea si è evoluta parecchio negli ultimi anni. L’SMS era il fulcro di qualunque comunicazione rapida e innovativa non più tardi di 15/20 anni fa; oggi invece è sostanzialmente relegato ad un ruolo di “servizio”, cioè come canale per comunicazioni automatiche (letture del gas, codici di sicurezza all’accesso di varie app, etc).

Tutta la messaggistica istantanea – quella veramente utilizzata per comunicare più volte al giorno con amici e parenti – si è trasferita su molteplici piattaforme multimediali. Le più famose in Italia? Telegram, Messenger e naturalmente WhatsApp, app di proprietà di Facebook, che conta ormai oltre 1,5 miliardi di utenti (20% della popolazione mondiale).

 

I vantaggi e le funzionalità di WhatsApp Business

Vediamo rapidamente le principali funzionalità e vantaggi di W.A. Business: 

🔀 Comunicazione One-to-many e One-to-one – La forza dello strumento sta nella semplicità d’uso, oltre alle sue funzioni: è possibile gestire i contatti in maniera organizzata, evitando i gruppi WhatsApp (troppo confusionari!), mantenendo una comunicazione one-to-many e one-to-one. L’azienda comunica e riceve messaggi, anche a liste di clienti segmentati a dovere, all’interno della strategia di marketing.

📋 Il profilo su WhatsApp Business – È anche possibile strutturare un profilo aziendale con le informazioni essenziali all’utente: indirizzo fisico, sito web e indirizzo email.

📊 Statistiche e analisi – Sono disponibili strumenti di analisi statistica, affinché sia monitorabile – ad esempio – il tasso di ricezione ed apertura dei messaggi da parte degli utenti target delle comunicazioni.

🤖 Risposte automatiche – Puoi impostare un messaggio di benvenuto, ad esempio quando la tua attività è chiusa o semplicemente non sei disponibile, fornendo informazioni generali (orari di apertura; indirizzo; etc…).

 

🕵🏻 Profilare gli utenti – Gli utenti si possono “etichettare”: è possibile infatti “taggare” ciascun utente e quindi classificarlo in gruppi. La funzionalità è molto utile perché potrai sintetizzare alcune caratteristiche chiave per ciascun utente (età, preferenze, tipologia di acquirente, etc…).

📣 Facebook Ads e WhatsApp Business – ora è possibile indirizzare gli utenti target di una campagna con Facebook Ads, verso un account WhatsApp.

 

La versatilità dello strumento fa si che i settori di applicazione della versione professionale di WhatsApp siano i più disparati, grazie certamente alla sua versione desktop per PC: alberghiero, medicale, estetico, ristorazione, alimentare, etc… L’unica discriminante è la strategia di promozione che si vuole intraprendere e la capacità di creare messaggi realmente utili per gli utenti.

Viceversa, il rischio sarà quello di annoiare e allontanare gli utenti, già bombardati da informazioni pubblicitarie di ogni tipo.

Ora la domanda è: Come impostare una strategia WhatsApp Business ideale?